cck

Iscriviti al KolbeNews



04mag2019

Rwanda | proiezione film

posted by artistocratik in artistocratik on 09/04/2019

Quando il 6 aprile 1994 alle ore 20,26 l’aereo del Presidente della repubblica viene abbattuto da due missili terra-aria, il paese sprofonda nell’anarchia più totale. Radio RTLM esplode con l’annuncio: “Fonti certe ci confermano che la responsabilità è dei ribelli Tutsi con la collaborazione di tutta la popolazione civile Tutsi”.
Migliaia di miliziani si muovono in massa in una caccia all’uomo. Nessuno ha facoltà di non partecipare ai rastrellamenti: chi non uccide i Tutsi è uno di loro e anche se Hutu deve essere eliminato.

Nel piccolo paese africano, poco più grande per estensione della Sicilia, la crisi economica incendia razzismo, intolleranza, terrorismo e paura portando nell’arco di 104 giorni al più veloce sistematico e dimenticato genocidio della storia: oltre un milione di morti con un ritmo di uccisioni pari ad un omicidio ogni 10 secondi. Una vicenda apparentemente lontana ed estranea, ma che parla al nostro presente con un’attualità disarmante.

ITALIA – Giorni nostri. Uno spettacolo teatrale e due giovani attori decisi a portarlo in scena. Marco e Mara, decidono di raccontare la vera storia di due protagonisti del genocidio rwandese: un ragazzo Augustin, e una ragazza, Cecile, capaci durante quella primavera di sangue di un gesto di incredibile. Una storia vera di amicizia e solidarietà tra un uomo e una donna, lui Hutu e lei Tutsi, capaci di un gesto di indimenticabile e straordinario coraggio.

I giovani attori hanno incontrato i testimoni, raccolto la loro storia e deciso di raccontarla.

INGRESSO CON OFFERTA LIBERA E CONSAPEVOLE
Consigliamo di arrivare con anticipo per garantirsi il posto a sedere.