cck

Iscriviti al KolbeNews



16ago2018

Pizza & Cinema | Giù al Nord

posted by artistocratik in artistocratik on 04/08/2018

ore 19.00 Pizza & Bevande | ore 21.15 Cinema all’aperto

Ingresso cinema: €2.00
 
Link facebook: Giù al Nord
 
Philippe Abrams, direttore della sede delle poste francesi di Salon-de-Provence, cittadina della Provenza, sotto le pressioni della moglie depressa Julie, che desidererebbe far vivere la famiglia in un luogo con un clima migliore, cerca in ogni modo di ottenere un trasferimento in una località marittima della costa mediterranea del Midi.
 
Dopo che la sua domanda di trasferimento a Cassis viene respinta poiché è stato preceduto in graduatoria da un collega disabile, riesce a ottenere un trasferimento a Sanary-sur-Mer fingendosi egli stesso invalido. Si fa però ingenuamente scoprire dall’ispettore Lebic (dopo essersi seduto su una sedia a rotelle durante la visita dell’ispettore, si alza in piedi per stringergli la mano). Jean Fénin, suo superiore e amico, gli rivela che per lui ci sono due possibilità: il licenziamento per gravi infrazioni disciplinari oppure il trasferimento per 2 anni nel freddo Nord, a dirigere l’ufficio postale della piccola cittadina di Bergues, nei pressi di Lilla. Philippe prega Jean di aiutarlo, ma questi rifiuta, timoroso che l’eventuale scoperta di quanto successo possa compromettere la sua alta posizione nelle poste della cittadina. Il giorno prima della partenza, Philippe si reca nella casa di campagna dello zio di Julie, che gli dà delle informazioni sullo stile di vita del Nord, parlando di freddo polare, miseria, ignoranza, incomprensibilità del dialetto locale e antipatia della gente, e tutto ciò, detto da una persona che al Nord aveva vissuto, non fa che aumentare le preoccupazioni di Philippe,
 
Credendo di trovare la cosiddetta nebbia ghiacciata e l’ostilità degli Ch’ti, gli abitanti del dipartimento Nord, Philippe si reca a Bergues vestito di diversi strati, ma rimane piacevolmente colpito nello scoprire un clima non troppo rigido, le bellezze del paesino e un’accoglienza calorosa da parte dei suoi nuovi colleghi e vicini di casa, di cui lentamente inizia a comprendere e parlare il dialetto e ad apprezzare le abitudini. Capisce quindi che in realtà le "dritte" dello zio di Julie altro non erano che falsissimi pregiudizi.
 
« Uno straniero che viene a Bergues raglia due volte: quando arriva, e quando riparte. »
 
(Antoine)
Il direttore meridionale finisce quindi per affezionarsi moltissimo alla gente locale e si trova coinvolto in diverse peripezie, tra cui far riavvicinare il postino Antoine all’ex fidanzata Annabelle (con cui non poteva più stare a causa di un litigio con la madre, con cui ancora Antoine viveva) e soprattutto dover gestire la situazione derivata dalle bugie sulla terribile ostilità e ignoranza della gente del posto raccontate alla moglie, a cui aveva provato a raccontare la verità, non venendo creduto, allora aveva deciso di mentirle per migliorare il loro rapporto, e quando Julie aveva deciso di venirlo a trovare a Bergues gli abitanti, inizialmente arrabbiati con lui, avevano deciso di organizzare una sceneggiata per farle apparire il posto terribile come il marito glielo aveva descritto. Tre anni più tardi, quando tutta la famiglia Abrams si è trasferita a Bergues, Philippe sarà quasi triste nel dover ripartire per ricoprire l’agognato posto che gli è stato assegnato, quello di direttore delle poste a Porquerolles, isola al largo della costa provenzale, nel Sud.