teatro

Iscriviti al KolbeNews



le compagnie ospiti

Ogni anno i coordinatori del GTR e della compagnia Altinate coinvolgono alcune delle realtà teatrali del territorio per completare la stagione. Si tratta di gruppi professionisti, semiprofessionisti o amatoriali. Il più delle volte vengono portati in scena testi più o meno noti della tradizione veneta, sempre succulenti. Senza dimenticare il teatro contemporaneo e gli autori italiani.


Alcune delle compagnie che hanno animato le stagioni teatralei del CCK.

Arte Povera

Una Compagnia teatrale amatoriale che si è distinta, sin dalla sua nascita, per un generalizzato e coraggioso lavoro di scandaglio del teatro di tutti i tempi, epoche e generi. La profonda passione per il teatro allestito da  Arte Povera si nutre di diversi componenti: l’accurata preparazione degli interpreti, scene, costumi e apparato luci che hanno ben poco da invidiare al teatro professionale.L’esperienza pluriennale, svolta in tutto il territorio italiano, ha permesso di affinare la qualità delle produzioni e sviluppare, parallelamente allo studio, anche la ricerca teatrale e la voglia di sperimentare.L’attività artistica si diversifica partendo dal classico teatro di prosa, sviluppando i più grandi classici delladrammaturgia italiana e straniera (Feydeau, Pirandello, Cooney, Veber, eccetera), per proseguire con il teatro contemporaneo, sperimentale e civile.Arte Povera in questi anni ha mantenuto l’impegno statutario diffondendo la cultura teatrale in tutta Italia, partecipando a svariate rassegne e facendo incetta di numerosi premi e riconoscimenti.

La Bautta – Fulvio Saoner

Avvalendosi di elementi di provata esperienza e capacità artistica ottiene fin dai suoi esordi numerosi premi e riconoscimenti in concorsi di profilo nazionale, ai quali si aggiunge il plauso della critica e di un pubblico sempre più entusiasta e fidelizzato. Nel giro di poco tempo la compagnia diviene sempre più un interlocutore privilegiato nella programmazione delle stagioni teatrali in diversi ambiti regionali e in generale nella realizzazione di manifestazioni culturali nazionali di più ampio respiro. Lo studio protrattosi nel corso dell’attività ha perseguito due obiettivi: da un lato quello di indagare, riproporre e rivitalizzare la grande tradizione del teatro comico veneto e del patrimonio goldoniano, dall’altro quello di promuovere, anche con la collaborazione di svariate personalità di profilo internazionale, quali il regista e drammaturgo parigino Marc Chauve, la ricerca e lo studio di numerosi testi di teatro comico straniero. Il repertorio spazia dunque da Goldoni, a Molière a Feydeau a G.B.Shaw.

Sempre pronti

Fondata ufficialmente nel 1934, ma, ancor prima, comincia la sua attività a Venezia, nel popolare sestriere di Cannaregio, come “servizio” per allietare le domeniche dei ragazzi che frequentano l’oratorio dei Padri Canossiani di San Giobbe. Le argomentazioni, le sceneggiature, le improvvisazioni e tutto ciò che serviva a sceneggiare gli spettacoli, era frutto della fantasia dei primi “soci”: il risultato erano pregevoli e divertenti comiche ed esileranti commedie. Uscita dalle mura natie, e con l’aggiungersi di parti femminili, la Compagnia ha continuato a cimentarsi dove fosse richiesta la sua attività teatrale, mettendo in scena le sue produzioni (esempio: canovacci di Renato Abbo) con impegno sia per “servizio alla collettività”, sia calcando le scene di prestigiosi teatri, ambite rassegne, festival vari, ottenendo consensi di pubblico e critica, nonché riconoscimenti e premi.